Addioimpotenza.it, sito sulla disfunzione erettile del prof. Alessandro G. Littara









Home / Articoli / Terapia medica / Gli induttori dell'erezione  

Viagra®
Questo farmaco ha indotto un autentico cambiamento nei comportamenti: prima del Viagra®, l’uomo impotente parlava solo raramente della sua condizione al medico o a chiunque altro, questo disturbo era causa di vergogna ed era associato all’incapacità e alla perdita di virilità. Da allora, il termine “impotenza” porta in sé tutti questi sottintesi, e oggi i medici preferiscono l’espressione, meno connotata, di “disfunzione erettile”. Le visite per questo problema sarebbero aumentate del 40% dopo la commercializzazione del Viagra®, consentendo ai medici di diagnosticare e di curare anche i disturbi associati, come il diabete e l’ipertensione. Insomma, il Viagra® avrebbe accelerato questa evoluzione della mentalità. Gli uomini trattati hanno in genere più di 50 anni, il 42% da 61 anni o più. Il Viagra® è efficace in media per il 70% dei soggetti trattati, ricordando che la compressa agisce entro 1-6 ore dall’assunzione e può essere efficace solo in un clima erotico soddisfacente. Il Viagra® si è dimostrato efficace anche in casi patologici particolari come il diabete, l’ipertensione, le conseguenze di un trauma midollare o di una radioterapia per cancro della prostata. Tra le principali controindicazioni ricordiamo l’assunzione di derivati nitrati, farmaci prescritti per alcune cardiopatie. Durante i primi mesi della commercializzazione, i media hanno dato molto risalto alle morti “provocate” dal Viagra®. Un anno più tardi, l’Agenzia Europea del Farmaco negava questa responsabilità, e il Viagra® non è stato ritenuto responsabile di alcuno dei 33 decessi constatati tra l’ottobre 1998 e il settembre 1999. In 20 casi, l’assunzione del Viagra® non era neppure stata confermata, in tre casi il tempo trascorso tra l’assunzione della compressa e il decesso era stato di più giorni, in un caso si sospettò un sovradosaggio volontario e l’associazione ad altri farmaci, in tre casi la causa del decesso più probabile era una patologia soggiacente, e infine, negli ultimi sei casi non erano state rispettate le condizioni di impiego. Perciò, se si rispettano le precauzioni di impiego e le controindicazioni, il Viagra® è inoffensivo. Gli effetti secondari: mal di testa o di stomaco, comparsa di rossori, tuttavia moderati.

Anche se la battaglia si annuncia violenta, nessun altro induttore di erezione può vantare la diffusione del Viagra®: a oggi, sono più di 20 milioni gli uomini che hanno preso il Viagra® in più di 110 paesi del mondo, e alcuni pazienti sono stati seguiti per 6 anni. Questo sconfinato bacino di utenti di lungo corso ha permesso di dimostrare non solo che il Viagra® è molto attivo nelle disfunzioni erettili, con un’efficacia globale stimata all’82%, ma anche che è un farmaco molto sicuro, una proprietà essenziale dato il numero di disfunzioni erettili osservate in uomini relativamente anziani e dalla salute fragile. Uno studio condotto dalla FDA (Food and Drug Administration) americana conclude che l’assunzione del Viagra® non accresce la mortalità e anzi si traduce in un tasso di decessi inferiore a quello che si sarebbe normalmente dovuto rilevare in uomini di questa fascia di età.

Cialis®
Cialis funziona secondo lo stesso meccanismo di azione del Viagra®, cioè agisce inibendo la 5-fosfodiesterasi. In altre parole, il farmaco impedisce alla proteina responsabile della disfunzione di agire e consente, se c’è desiderio e con un’adeguata stimolazione, di ottenere un’erezione. A differenza del Viagra®, però, il Cialis® offre il vantaggio di poter essere assunto più di 24 ore prima di un rapporto sessuale, contro 1 sola ora nel caso del Viagra®. Gli studi clinici hanno dimostrato che il  60% degli uomini che assumono 20 mg di Cialis® risponde ancora al prodotto 36 ore dopo. Questo lungo tempo di azione sopprime i blocchi psicologici legati alla necessità di pianificare le relazioni, un grande aiuto perché molti uomini sono disturbati dalla necessità di programmare la relazione sessuale senza sapere come la partner sarà disposta al sesso. Assumere la compressa entro le 24 ore precedenti al rapporti sarà perciò radicalmente diverso sul piano psicologico, dato che resta in sostanza un’intera giornata per creare l’atmosfera giusta. Con Cialis®, inoltre, sembrano superati i problemi legati al fatto che bisogna evitare di assumere il Viagra® durante un pasto e astenersi dal bere alcolici. Cialis® è stato oggetto di più di 60 studi nel mondo ed è stato sperimentato su 1112 uomini tra 22 e 82 anni di età, contro una sostanza inattiva (placebo). Dopo l’assunzione di 20 mg di farmaco, l’erezione è migliorata nell’81% degli uomini, contro il 35% di quelli trattati con il placebo, e tre quarti degli uomini riescono ad avere rapporti sessuali completi. Cialis® è in grado di correggere disturbi erettili di origine diversa, soprattutto quelli in relazione con il diabete, solitamente molto difficili da trattare. Uno studio ha messo in evidenza un tasso di miglioramento del 64% delle erezioni negli uomini diabetici dopo somministrazione di 20 mg di Cialis®  (contro il 25% sotto placebo), un successo notevole per questo tipo di patologia. Il farmaco risulta inoltre ben tollerato, e il tasso di arresto della cura è relativamente irrilevante (1.7%), contro l’1.1% di quello osservato nel placebo. I principali effetti secondari sono il mal di testa e i problemi gastrici, di solito poco intensi.

Levitra®
Il Levitra® è disponibile in compresse da 10 mg e da 20 mg. E’ il terzo farmaco della classe degli inibitori della 5-fosfodiesterasi dopo il Viagra® e il Cialis®. Tuttavia, non si tratta della stessa molecola (vardenafil e non sildenafil) e sono state riscontrate differenze soprattutto nella rigidità del pene e in una sensazione più naturale. Il Levitra® agisce rapidamente, in 25 minuti dopo la somministrazione e in 15 in alcuni uomini, ma come gli altri farmaci induttori dell’erezione necessita di una stimolazione sessuale per produrre il suo effetto benefico. Insomma, tutti questi trattamenti farmacologici non servono a ritrovare il desiderio, ma per accedere al piacere. Sperimentato su 3750 pazienti nel quadro della richiesta di commercializzazione europea, il Levitra® si è dimostrato efficace in numerose situazioni cliniche: diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari, iperlipidemia, prostatectomia radicale e depressione. Su una popolazione di 430 uomini diabetici che presentavano una disfunzione erettile da più di 6 mesi, il Levitra® ha migliorato le erezioni nel 57% dei pazienti trattati con 10 mg, e nel 72% dei pazienti trattati con 20 mg. La sua efficacia è stata dimostrata anche su una popolazione di 440 uomini sottoposti a prostatectomia radicale con conservazione dei nervi erettori e che presentavano una disfunzione erettile, quasi sempre molto grave. Le erezioni di questo campione sono migliorate nel 59% dei soggetti trattati con 10 mg, e nel 65% di quelli trattati con 20 mg. In altri studi, la somministrazione della dose da 20 mg ha permesso un’erezione sufficiente per la penetrazione a partire dal 15° minuto in alcuni uomini. La risposta globale di questi soggetti è diventata significativa in confronto ai placebo, 25 minuti dopo l’assunzione. Oltre al prezzo, il Levitra® condivide con i suoi concorrenti altre caratteristiche: identico modo di somministrazione, identico modo d’azione, identiche controindicazioni (evitare l’associazione a derivati nitrati). Gli studi comparativi dovranno presto farci capire meglio i vantaggi e gli inconvenienti di ciascuno di questi farmaci in termini di effetti secondari, di efficacia e di tolleranza.

I comitati etici di vari paesi europei insistono sulla particolarità della disfunzione erettile, che non può essere isolata da un contesto relazionale e affettivo. In altri termini, l’equivalenza “una pillola = un’erezione = una vita sessuale soddisfacente” sarebbe semplicistica. Rapporti di varia origine mettono in guardia contro la propensione che avrebbero gli induttori di erezione di rinforzare la nozione di performance, già molto presente nella nostra cultura della sessualità. La sessualità si vive in due, ed è perciò impossibile dimenticare la/il partner. La sessualità è e resta un affare personale e privato. Il rovescio della medaglia di una ipermediatizzazione di un problema per anni mal compreso e mal curato sarebbe allora di creare una nuova norma in questo spazio intimo. E’ perciò più che mai necessaria una vera informazione educativa sulla complessità dei disturbi della sessualità e sulle loro implicazioni psicosociali.

pagina aggiornata a martedì 11 marzo 2014
.: falloplastica
.: eiaculazione precoce
.: circoncisione
.: impotenza
.: infertilità
Vai alla sezione speciale: Impotenza, istruzioni per l'uso.
Segui le news di Andrologia
Linea diretta con il prof. Alessandro Littara
note legali | condizioni di utilizzo del sito | area riservata | mappa del sito | rassegna stampa
© 2003-2018 addioimpotenza.it, tutti i diritti riservati | P.IVA: 01658220460 | sito aggiornato al 28/12/2017 | torna su | facebook activity

disclaimer: le informazioni fornite da questo sito intendono supportare, e non sostituire, la relazione
tra il paziente/visitatore del sito e il suo medico di riferimento